IMPORTANZA DEL PASSO POLARE

Il vero motivo che porta a scegliere un piano magnetico piuttosto che un altro

è rappresentato dal passo polare ideale per il pezzo da lavorare

POLO QUADRO

Ogni polo quadro è formato da un cubo in acciaio che funge da collettore di forza in cui, una sola delle sei facce prende parte

attivamente alla superficie di lavoro mentre le altre cinque sono completamente rivestite da magneti permanenti.

Ciò corrisponde ad una grande concentrazione di forza, in un rapporto cinque a uno.

DOPPIO FLUSSO MAGNETICO

I magneti permanenti statici sono posizionati lungo i lati dei poli, mentre quelli invertibili sono situati sotto i poli.

Le bobine attorno ai magneti invertibili generano rapidamente un campo elettromagnetico che inverte la loro polarità in frazioni di secondo. Il flusso totale del piano che ne risulta può essere diretto all’esterno verso il pezzo da bloccare (fase di magnetizzazione) o cortocircuitato all’interno del piano stesso (fase di smagnetizzazione) eliminando in tal modo qualsiasi residuo magnetico dalla superficie di contatto, per sbloccare il pezzo.

DISPOSIZIONE A SCACCHIERA 

La disposizione dei poli è di tipo a scacchiera, ed è ottenuta alternando polarità nord a polarità sud. I magneti così disposti generano la forza di ancoraggio quando vengono attivati. L’attivazione avviene mediante un dispositivo di controllo elettronico, e la sua durata è inferiore al secondo. Il modulo magnetico resterà quindi attivo, senza ulteriore erogazione di energia per tutto il tempo necessario.

CIRCUITO MAGNETICO

I piani magnetici sono disponibili in due versioni al fine di poter offrire la più vasta copertura a tutte le possibili esigenze di ancoraggio.

La versione A1 ad alta densità di campo magnetico è adatta a lavorazioni di ogni genere su pezzi laminati.

La versione A2 offre una densità del campo magnetico maggiore che consente grandi asportazioni anche su pezzi con superficie non uniforme ( es : forgiati, fusioni in acciaio o ghisa).

Con questa tipologia di piani chi lavora con le prolunghe polari ha meno perdita di potenza.

CORONA NEUTRA

Il telaio esterno del piano, oltre a contenere i componenti, ha anche lo scopo di convogliare i flussi magnetici e di isolare la superficie attiva del piano dalla macchina.

Si ottiene quindi il totale isolamento magnetico che consente di evitare i fenomeni di incollamento del truciolo sull’utensile dovuti a flussi dispersi.

POLARITÀ

POLO 50

Caratterizzato dalla sua straordinaria flessibilità di serraggio che lo rende adatto alle lavorazioni di piccoli particolari o di pezzi sottili (con spessore minimo 8 mm), con superfici sia grezze che lavorate.

POLO 70

Si presta per lavorazioni di ogni genere su pezzi di media e grande dimensione con spessori superiori a 20 mm.

POLO 32

Indicato per pezzi piccoli e molto sottili su centri di lavoro ad alta velocità.

POLO LINEARE

Il polo lineare grazie al suo disegno modulare consente di ottenere piani di diverse dimensioni e alta potenza.

La sua superficie di bloccaggio è definita da poli paralleli che garantiscono maggiore flessibilità nel bloccaggio di pezzi

con bassi spessori e geometrie complesse.

DOPPIO FLUSSO MAGNETICO

 

I magneti permanenti statici sono posizionati lungo i lati dei poli, mentre quelli invertibili sono situati sotto i poli.

Le bobine attorno ai magneti invertibili generano rapidamente un campo elettromagnetico che inverte la loro polarità in frazioni di secondo. Il flusso totale del piano che ne risulta può essere diretto all’esterno verso il pezzo da bloccare (fase di magnetizzazione) o cortocircuitato all’interno del piano stesso (fase di smagnetizzazione) eliminando in tal modo qualsiasi residuo magnetico dalla superficie di contatto, per sbloccare il pezzo.

DISPOSIZIONE A POLI PARALLELI

I poli longitudinali sono disposti parallelamente alternando polarità nord a polarità sud. I magneti così disposti generano la forza di ancoraggio quando vengono attivati. L’attivazione avviene mediante un dispositivo di controllo elettronico, e la sua durata è inferiore al secondo. Il modulo magnetico resterà quindi attivo, senza ulteriore erogazione di energia per tutto il tempo necessario.

CORONA NEUTRA

Il telaio esterno del piano, oltre a contenere i componenti, ha anche lo scopo di convogliare i flussi magnetici e di isolare la superficie attiva del piano dalla macchina.

Si ottiene quindi il totale isolamento magnetico che consente di evitare i fenomeni di incollamento del truciolo sull’utensile dovuti a flussi dispersi.

POLARITÀ

POLO 30

Unisce ai vantaggi del polo lineare, la forza e l'ampiezza degli accessori del polo quadro.

POLO 8

Estende l'utilizzo del sistema elettropermanente in fresatura a pezzi di dimensioni e spessore piccoli.

Realizziamo la soluzione magnetica di cui hai bisogno.

La massima personalizzazione è il vero plus di SPD.